Verso il compiersi del destino

Sapeva che sarebbe arrivata. Che avrebbe accettato la sfida. E sarebbe stato un lungo viaggio. Fatto di fiducia e di difficoltà. Ma la sua anima era pronta per affrontarlo.

Pensieri fluidi mentre, seduto su bordo del fiume, lasciava vagare lo sguardo su quelle acque immutabili.

«Cosa ti turba Maestro?» il fido Damis lo stava osservando e non aveva saputo controllare la sua curiosità. Come tante altre volte. Ma questa volta era diverso.

«Tutto a tempo debito» non voleva dirgli altro perché non avrebbe saputo gestire con naturalezza quel che sarebbe accaduto. Ne era certo.

Quando, infine lei avrebbe attraversato il tempo, il destino di Augusta Taurinorum avrebbe avuto una possibilità in più.

Doveva solo avere pazienza. Non mancava tanto. Lo sentiva. Come una vibrazione alla base della nuca.

Lentamente si alzò e scosse le vesti dai fili d’erba.

«Andiamo Damis, il tempo è giunto.»

Al suo movimento anche l’altro si alzò. Ma con impazienza.

«È tutto pronto, ho già avvisato le guardie. Potrai agire indisturbato. Stanne certo!» solerte come sempre. Un buon compagno per il suo peregrinare.

Gli sorrise.

«Grazie Damis. Il tuo aiuto è sempre prezioso.»

Un altro passo. Importante. Verso il compiersi del destino.

 

il Papa

Mediatore, ponte, ideale.

Nella sua azione di maestro o di pontefice è ricettivo verso l’alto, il cielo, e attivo verso il basso, la terra. Quel che riceve dall’alto lo trasmette sotto di sé, ai suoi discepoli.

Alejandro Jodorowsky

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll to top